Spread the love

Pierangelo Pellizzari, l’uomo accusato di aver ucciso la moglie nel vicentino è stato rintracciato. Barricato in una abitazione di Villaga, a poca distanza dalla casa di via Quargente dove viveva con la moglie.

L’arresto è avvenuto alle ore 14. L’uomo, che ha presumibilmente passato la notte in un casolare della zona, ha cercato di intrufolarsi nella sua abitazione da una finestra che si affaccia sul pollaio di casa. I Carabinieri, che sorvegliavano la zona hanno sentito alcuni rumori, e sono intervenuti, arrestando l’omicida.

La donna, Rita Amenze, 30 anni, che lavorava in un’azienda di inscatolamento di funghi freschi è stata uccisa ieri fuori dal lavoro in presenza di alcune colleghe. Era andata via dia casa da circa una settimana.

L’uomo l’ha attesa e l’ha uccisa con quattro proiettili, di cui tre che le hanno sfigurato il volto e da uno alle spalle, dall’alto verso il basso. Ha tentato di ripararsi con le braccia, anch’esse sfiorate dai proiettili. Alla fine i testimoni raccontano che con tutta calma ha infilato la pistola nella giacca, è salito sulla jeep e si è allontanato di corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *