Spread the love
Intorno alle ore 19.20 di lunedì 1 luglio 2024, un Agente della Polizia di Stato, della Questura di Monza e della Brianza, fuori dall’orario di servizio, mentre faceva la spesa presso l’Ipermercato Carrefour di Via Boito, notava un ragazzo completamente vestito di nero e indossante un cappello da baseball nero il quale si aggirava con fare sospetto tra gli scaffali del supermercato, continuando a guardarsi intorno senza un apparente motivo. Pochi istanti dopo, l’Agente della Polizia notava il ragazzo riporre all’interno di una busta nera alcune bottiglie di olio e superalcolici. Pertanto, insospettito da tale atteggiamento, continuava a tenerne d’occhio gli spostamenti e le azioni dell’uomo, nel mentre il giovane ragazzo continuava noncurante a riporre ulteriori bottiglie all’interno della busta fino a renderla completamente piena.
Una volta richiusa la busta e occultata sotto l’ascella, il giovane 25enne, italiano, senza fissa dimora, si avvicinava con passo svelto presso le casse e, una volta giunto nei pressi dell’ingresso, dopo aver atteso che una signora entrasse nel supermercato facendo aprire le porte automatiche, superava rapidamente i varchi, fuggendo rapidamente in strada e facendo scattare l’allarme antitaccheggio.
L’Agente della Polizia di Stato, pertanto, nella certezza del furto appena commesso, iniziava a riconcorrere l’autore del reato in strada, intimandogli di arrestare la propria fuga dopo essersi qualificato come Agente della Polizia di Stato.
Il soggetto, resosi conto di trovarsi di fronte ad un agente della Polizia di Stato, iniziava la sua fuga in strada in direzione di via Boito. Nel mentre, il poliziotto contattava la Centrale Operativa della Questura di Monza e della Brianza, fornendo precise indicazioni sulla via di fuga e l’abbigliamento del fuggitivo, chiedeva supporto agli altri operatori della Polizia di Stato della Questura di Monza e della Brianza in servizio di pattugliamento del territorio. Immediatamente due equipaggi delle Volanti giungevano sul posto e rimanendo in continuo contatto con la Centrale Operativa riuscivano a bloccare il fuggitivo all’incrocio tra via Prina e via Monti e Tognetti.
Il 25enne veniva subito riconosciuto dagli Agenti della Polizia di Stato in quanto noto agli Uffici della Questura e dedito a furti nei supermercati della zona e, per tal ragione, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
Dagli accertamenti eseguiti emergeva poi che il soggetto in questione, più volte aveva commesso furti a Monza e in Provincia di Monza e Brianza mente era sottoposto alla misura cautelare in corso.
All’esito dell’udienza di convalida dell’arresto e del giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato e l’autore del reato è stato condannato a mesi 3 di reclusione, con applicazione della misura cautelare del divieto di dimora in Lombardia, nelle more della richiesta di misure alternative alla detenzione e della scadenza dei relativi termini.
ph credit polizia di stato monza e brianza