Spread the love

Il prossimo 16 dicembre scade l’Imu. Si verseranno circa 9,7 miliardi di euro, il cui gettito complessivo annuo sarà di euro 19,5 miliardi.

Saranno chiamati ai versamenti oltre 25 milioni di proprietari di immobili diversi dall’abitazione principale (il 41% sono lavoratori dipendenti e pensionati).

Il costo medio complessivo dell’Imu su una “seconda casa”, ubicata in un capoluogo di provincia, come spiega Ivana Veronese – segretaria confederale Uil – sarà compreso tra i 1.070 euro medi e gli oltre 2mila euro nelle grandi città. È quanto emerge dal Rapporto Imu 2021 elaborato dal Servizio Uil lavoro, coesione e territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.