Spread the love

In conferenza stampa odierna delle ore 16.00, Matteo Salvini, leader del centro destra, insieme agli alleati ha annunciato i 3 candidati ufficiali per la Presidenza della Repubblica, 1 donna e due uomini: Letizia Moratti, Marcello Pera e Carlo Nordio.

“Non sono candidati di bandiera. Nessuno di loro ha una tessera di partito ma hanno ricoperto ruoli importanti”. Le parole del leader della Lega, Matteo Salvini.

“Non siamo qui ad imporre niente a nessuno. Negli ultimi 30 anni la sinistra è stata protagonista della scelta, penso che ora sia diritto dell’area liberale moderata che è maggioranza del paese di avanzare delle proposte”. Salvini spera infatti che “i nomi vengano accolti con voglia di dialogo, ma è abbastanza arbitrario che qualcuno sia disposto a dialogare dicendo ‘basta che non mi portiate nomi del centrodestra’. E’ un dialogo sui generis”.

“Il centrodestra mette il meglio di sé e tutte le risorse possibili in campo per servire la repubblica e la nostra patria”, le parole di Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia nella conferenza stampa del centrodestra alla Camera di oggi pomeriggio.

E ha aggiunto anche che: “Il centrodestra ha a disposizione della repubblica molte figure che non hanno tessera ma che sono al servizio dello Stato e delle istituzioni e credo sia giusto rivendicare questa capacità e ricchezza di risorse per l’Italia che non possono essere nascoste e cancellate”.

“Chi spera nella disarticolazione del centrodestra resta spiazzato», ha sottolineato la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

“I tre nomi di oggi dimostrano che questa area politica nulla ha da temere in tema di autorevolezza. Sono 3 profili di assoluto livello: Pera è filosofo, accademico, scrittore, è stato presidente del Senato esattamente come sono stati De Nicola, Gronchi, Cossiga, Scalfaro e Napolitano. Mi pare che abbia il curriculum. Moratti: dirigente aziendale, politico, presidente Rai ed è stata ministro come Einaudi, Segni, Saragat, Ciampi e Napolitano e ministro dell’Istruzione come Mattarella. Mi pare abbia il curriculum ed è una donna, in più. E Nordio è una proposta fatta per allagare ancora di più il campo e senza un pregresso politico”. Così la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni nella conferenza stampa del centrodestra alla Camera.

“Tajani ha un curriculum fantasmagorico, ma abbiamo deciso di non inserirlo tra i nomi perché è il coordinatore di un partito, non volevamo che si dicesse che le nostre proposte fossero fatte per non avvicinare”.

Altri nomi potrebbero aggiungersi più avanti… considerando che il leader della Lega aveva parlato all’inizio di 6 o 7 nomi possibili da proporre agli altri partiti che fanno parte della maggioranza Draghi. Sono invece stati esclusi, almeno per ora, i nomi di Franco Frattini e Pier Ferdinando Casini.

Letta, a caldo dopo la conferenza stampa del centro destra ha dichiarato: “Non ho mai detto che il centrodestra non è legittimato ad avanzare nomi. Ho parlato di nomi super partes”. “Sono nomi di qualità”. Così Enrico Letta entrando in aula per voto sul colle.

“Sulle proposte del Centrodestra ci riserviamo di fare una valutazione ma che nessuno vanti un diritto prelazione a eleggere capo dello Stato”. L’ha detto il presidente del M5s, Giuseppe Conte davanti a Montecitorio. “Il M5s non da patenti di legittimità a nessuna forza politica – ha aggiunto – Sono i cittadini che attribuiscono queste patenti, quindi il Centrodestra ha il dovere e diritto di presentare proposte”.

ph crediti avvenire.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *