Spread the love

Il piccolo Eitan sta meglio e chiede in continuazione dei suoi genitori. Vicino a lui c’è sempre la zia.

Lo rendono noto i sanitari dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dove è ricoverato il bambino.

“E’ sveglio” e ha accanto anche la nonna, “le sue condizioni sono stabili”, ma la prognosi resta ancora riservata”. “Il torace è ancora contuso e la situazione addominale non permette ancora di rialimentarlo – precisano -. Per questa ragione il bimbo rimane in Rianimazione ancora qualche giorno”.

“Vigili del fuoco vicini al piccolo Eitan, l’elmo con il suo nome glielo abbiamo mandato dal personale sanitario dell’ospedale Regina Margherita di Torino dove è ricoverato. Forza Eitan, siamo tutti con te”: lo scrivono i vigili del fuoco sul loro account twitter, dove postano la foto dell’elmo per il piccolo sopravvissuto alla strage della funivia. I vigili hanno anche preparato delle magliette con il nome del bambino e l’immagine di Grisù, il draghetto che voleva fare il pompiere.

“Ci sono momenti in cui il “cuore oltrepassa l’ostacolo” ed unisce le forze politiche di ogni schieramento. Dopo aver avuto il loro permesso , ringrazio i leader Matteo Salvini , Antonio Tajani, Enrico Letta, Matteo Renzi, Giorgia Meloni e Nicola Fratoianni per avere condiviso l’idea di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi di conferire la Medaglia Valor Civile ad Amit Biran per aver salvato con gesto estremo il suo piccolo Eitan a cui l’Italia tutta di è stretta in un abbraccio e che sta pregando per la sua guarigione”.

Queste le parole di Riccardo Pacifici, ex presidente comunità ebraica di Roma che arrivano proprio nel giorno in cui il piccolo Eitan si è svegliato e ha parlato con la zia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *