Spread the love

La proroga degli sfratti, fino al prossimo 30 giugno, è illegittima. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale che si è espressa nella sentenza 128 depositata nella giornata di oggi.

La corte costituzionale si è espressa sulla seconda proroga voluta dal decreto Milleproroghe (articolo 13 comma 12 decreto 183/2020), e questioni riguardanti i vari Tribunali di Barcellona Pozzo di Gotto e di Rovigo.

I giudici ritengono infatti che la proroga del blocco degli sfratti avrebbe dovuto bilanciare i diritti del creditore e la tutela del debitore, ma così non è stato.

Nella sentenza 128 depositata nella giornata odierna, del giudice Giovanni Amoroso, si legge che “il bilanciamento sotteso alla temporanea sospensione delle procedure esecutive aventi ad oggetto l’abitazione principale è divenuto, nel tempo, irragionevole e sproporzionato, inficiando la tenuta costituzionale della seconda proroga (dal 1° gennaio al 30 giugno 2021), prevista dell’art. 13, comma 14, del d.l. n. 183 del 2020, come convertito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *