Spread the love

Può costare caro a chi non rispetta le regole del super greenpass.

Si va da un minimo di 400 ad massimo di 1.000 euro. Secondo approvazione del decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri del 24 novembre scorso.

Resta peraltro in piedi il regime generale precedente di multe per chi non rispetta le norme di prevenzione anti Covid-19. Furbi e trasgressori in ogni caso devono saperlo: il rischio ora aumenta. Su indicazione del ministro Luciana Lamorgese, in pochi giorni ci sarà una stretta dei controlli su larga scala. La fase di organizzazione delle verifiche in capo ai prefetti è già partita.

L’obbligo del super green pass riguarda l’accesso a luoghi chiusi, come palestre, discoteche, cerimonie, centri sportivi, cinema, teatro, luoghi di lavoro. Multe che riguardano chi infrange la legge e chi non controlla.

Forze di polizia nazionali, intese con i sindaci per quelle municipali, saranno impiegate negli orari e luoghi prioritari. Impensabile attivare le verifiche nel pieno della cosiddetta ora di punta dei trasporti come la mattina presto, ad esempio: non ci sarebbe il personale sufficiente e soprattutto nelle grandi città sorgerebbero problemi di ordine pubblico.

Se i genitori non potranno accompagnare i propri figli a scuola con mezzi autonomi, i ragazzi dovranno prendere il bus o la metro: per farlo, se non sono vaccinati, servirà il tampone ogni 72 ore: con il prezzo calmierato di 8 euro ogni tre giorni, per i minori dai 12 ai 18 anni, la cifra spesa si aggira attorno ai 90 euro.

photo crediti rainews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.