Spread the love

Nei primi mesi del 2022 il Parlamento eleggerà il nuovo presidente della Repubblica. Sergio Mattarella, eletto il 31 gennaio 2015, vedrà il suo settennato scadere il 3 febbraio 2022, annunciando di non volersi candidare, nuovamente.

Chi sarà il presidente della Repubblica dopo Mattarella?

Il favorito è certamente Mario Draghi.

Sono molti i partiti a voler puntare su di lui. Berlusconi e Conte hanno sottolineato l’importanza di far arrivare il governo Draghi a fine legislatura, ossia fino al 2023: quindi dopo l’elezione del presidente. Ma la soluzione B è che Draghi salga comunque al Colle, venendo sostituito da Daniele Franco, attuale ministro dell’Economia e garante del Pnrr, nel ruolo di premier.

Dietro Draghi (che ha oggi 74 anni) ci sarebbero altri possibili nomi:

– Silvio Berlusconi: al momento candidato per il centrodestra, ma numeri alla mano per pochi voti, potrebbe non farcela. L’ex premier con più mandati alle spalle e votato dal popolo ha ora 85 anni;
– Romano Prodi: l’ex premier sarebbe molto gradito dal centrosinistra. Ha 82 anni;
– Gianni Letta: sottosegretario alla Presidenza dei governi Berlusconi, zio di Enrico, segretario del Partito democratico (che invece è stato sottosegretario nel governo Prodi). Ha 86 anni;
– Giuliano Amato: politico, giurista e accademico, premier dal 1992 al 1993 e dal 2000 al 2001. Ha 83 anni;
– Pierferdinando Casini: più giovane di Letta e Amato, unico in Parlamento. Non si è mai legato a una sua coalizione, anche per questo potrebbe raccogliere più voti. Compirà 66 anni a dicembre;
– Marta Cartabia: attuale ministro della Giustizia e presidente emerito della Corte costituzionale, sarebbe una figura istituzionale e di garanzia, ma ha poca esperienza politica. Dalla sua, il fatto di poter essere la prima donna eletta al Colle. Ha 58 anni.

photo crediti biografieonline.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *