Spread the love

Le pillole anti-Covid di Merck e Pfizer – molnupiravir e paxlovid – sono da poco disponibili anche in Italia. Secondo gli esperti, rappresentano uno strumento fondamentale per curare la malattia, ma l’iter complesso ed eccessivamente lungo rischia di rallentare molto l’utilizzo degli antivirali orali-

Tali farmaci prevengono i sintomi gravi e l’ospedalizzazione, ma possono essere prescritti solo dagli specialisti e distribuiti dalle farmacie degli ospedali. L’allarme viene lanciato dall’Ordine dei medici, che chiede un tavolo con l’Aifa per poter rivedere tale procedura.

Fino al 3 febbraio scorso, secondo l’ultimo report dell’Aifa, sono stati 4.117 i pazienti che hanno ricevuto una prescrizione di molnupiravir. Non sono invece ancora disponibili i dati relativi a paxlovid, farmaco arrivato in Italia solo pochi giorni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *