Spread the love

Per l’Università degli studi dell’Insubria è una scoperta molto importante quella del nuovo antibiotico. La molecola individuata è infatti un’arma capace di contrastare i meccanismi di resistenza dei batteri ai medicinali attuali.

Il farmaco, siglato A50926, è di tipo glicopeptidico, fa parte della classe di antibiotici con struttura chimica complessa, prodotto per via biologica da un microrganismo particolare considerato raro.

Allo studio in questione hanno collaborato con il gruppo di ricerca di Biotecnologie microbiche, guidato dal prof. Flavia Marinelli, del Dipartimento di biotecnologie e scienze della vita dell’Università dell’Insubria i ricercatori inglesi, capitanati da Andrew W. Truman, del John Innes Centre di Norwich, e ricercatori tedeschi, guidati da Jörn Kalinowski dell’Università di Bielefeld.

I risultati dell’opera sono stati pubblicati sulla rivista scientifica internazionale Acs Chemical Biology.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *