Spread the love

La Ferrarelle a partire da quest’anno diventa ‘Società Benefit’, guardando al futuro e rendendo sempre più sostenibile l’impatto aziendale. Puntando a rafforzare così, anche il suo “legame naturale” con i consumatori, grazie al lancio del suo terzo Bilancio di Sostenibilità, per la prima volta realizzato con l’utilizzo della realtà aumentata.

Uno strumento innovativo che rende possibile l’interazione tra il documento, sia in versione digitale che cartacea, e che gli utenti possono accedere con il proprio smartphone a contenuti aggiuntivi come video, audio e testi.
Utilizzando semplicemente la fotocamera dello smartphone, le illustrazioni, affidate a Simone Massoni, sono state stampate sulle pagine e sulla copertina, animandosi, mentre il voice over integra i contenuti con informazioni aggiuntive. Dal bilancio di Ferrarelle, suddiviso in tre macro sezioni – sostenibilità ambientale, economica e sociale – emerge prima di tutto un impegno nella gestione consapevole di energia, consumi e risorse.

Dal 2008 Ferrarelle produce e utilizza energia elettrica con tecnologia fotovoltaica: nello stabilimento di Riardo (Caserta) la quasi totalità dell’energia elettrica viene prodotta dall’impianto fotovoltaico (96%) ed è utilizzata come autoconsumo, riuscendo a coprire circa l’8% del fabbisogno dell’impianto. Anche il nuovo stabilimento di Presenzano, nel casertano, è dotato di un impianto fotovoltaico la cui produzione di energia elettrica copre circa il 2% del fabbisogno. E per quanto riguarda la sostenibilità sociale, l’attenzione dell’azienda si rivolge innanzitutto nei confronti dei suoi collaboratori: 4.629 sono le ore di formazione erogate e destinate ai dipendenti. L’azienda si è impegnata anche a garantire continuità e sicurezza per i propri lavoratori con il 96% dei dipendenti assunti a tempo indeterminato e oltre 220mila euro investiti in ambito salute e sicurezza sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *