Spread the love

Valori di cromo 26 volte maggiori del limite consentito, sotto l’asfalto della Strada Regionale 429, all’altezza del cavalcaferrovia di Empoli. Non si tratta più di ben informate indiscrezioni, ma di dati veri e propri, certi, messi nero su bianco dal consulente che, per conto della Dda di Firenze, ha esaminato i campioni prelevati dai carabinieri lo scorso maggio.

Gli investigatori, coordinati dai pm Giulio Monferini ed Eligio Paolini, erano andati sulla tangenziale di recente costruzione che collega Empoli a Castelfiorentino, sulla base delle indicazioni raccolte ascoltando per mesi le conversazioni degli indagati.

Nel corso dei lavori per la realizzazione della strada, sarebbero state seppellite ben 8mila tonnellate di keu, scarto della lavorazione delle concerie, uscito dal depuratore Aquarno e transitato dall’impianto di Pontedera di Francesco Lerose.

Alla luce dei dati rilevati, la Dda di Firenze potrebbe incaricare i carabinieri forestali e l’Arpat affinché effettuino ulteriori prelievi nella zona mirati ad accertare i rischi, reali e potenziali, collegati alla presenza, ormai consolidata, del rifiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *