Spread the love

Arriva al cinema, il prossimo 2.3 e 4 novembre “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA”, l’opera-concerto totale registrata presso il Teatro dell’Opera di Roma, tratta dall’omonimo album di inediti di CLAUDIO BAGLIONI.
L’ultimo in ordine cronologico.

Uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali.
Eccezionale non solo nell’ideazione – parole e musiche di Claudio Baglioni, direzione artistica di GIULIANO PEPARINI (OFFICIEL) – ma anche soprattutto nella realizzazione. In tempi normali, infatti, non sarebbe mai stato possibile dar vita a un’opera che trasformi in ambiente scenico ogni spazio – retropalco, palchi, golfo mistico, platea, foyer, camerini e corridoi – del Teatro nel quale va in scena.

“IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” artista, orchestra, coro e parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, musicisti, vocalist, danzatori, performer e acrobati animano ogni angolo della struttura, illuminando di sé, oltre al palcoscenico, tutti quegli spazi che, solitamente, non sono luoghi di rappresentazione.

L’opera-concerto totale “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” è una esclusiva ITsART.

A distanza di sette anni dal precedente lavoro di inediti, IN QUESTA STORIA CHE E’ LA MIA è l’opera, come ha dichiarato lo stesso cantautore italiano, nonché la sua autobiografia fatta in musica per lasciare un segno; un album realizzato con uno stile anni settanta e suonato in maniera tradizionale con sonorità acustiche ed elettriche con pochissimi riferimenti elettronici e digitali, come avveniva per i suoi primi album in studio, quasi a chiudere un cerchio che si ritrova al punto di partenza. Nell’album uscito a dicembre scorso, già certificato disco di platino, sono racchiuse 14 canzoni inedite: Disco 1 (Capostoria, Altrove e Qui, Non So Com’è Cominciata); Disco 2 (Gli Anni Più Belli, Quello che Sarà di Noi, In Un Mondo Nuovo, Al Pianoforte Ogni Giorno, Come Ti Dirò, Uno e Due, Mentre il Fiume Va, e Firmo In Fede Un Contratto, Pioggia Blu, Mal D’Amore, Reo Confesso, Adesso è Strano Pensare, Io Non Sono Lì, Lei Lei Lei Lei, Dodici Note, Uomo di Varie Età, Finestoria).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *