Spread the love

Ieri pomeriggio un pensionato di Quartucciu, hinterland di Cagliari, ha ucciso la moglie e ha subito chiamato il 118 e i carabinieri: «Venite in via Sarcidano, ho fatto una pazzia».

Dieci coltellate. 60 anni, Angelica Salis, è stata uccisa a coltellate dal marito, Paolo Randaccio, che poi ha avvisato subito i Carabinieri.

L’omicidio è avvenuto in una abitazione di Quartucciu, in provincia di Cagliari. All’origine ci sarebbe verificata una violenta lite tra i due coniugi. I militari hanno scoperto il cadavere della donna e trovato il marito che li attendeva sul posto.

Ancora da accertare che cosa sia accaduto che abbia scatenato la  ferocia dell’uomo. Che ha ammesso, abbattuto su di una sedia, le sue responsabilità.

I vicini di casa hanno confermato i litigi, prima per banali e futili motivi di convivenza, poi sempre più violenti da alcuni mesi. Angelica Salis soffriva di depressione. La malattia si era acutizzata e il marito non riusciva più a gestirla e ad assisterla nel quotidiano.

Pure nelle faccende di casa. Ieri sembrava una giornata tranquilla, ma dall’abitazione dei Randaccio, poco dopo il pranzo, si sono sentite delle urla. La donna ha cercato di fuggire dalla cucina verso la camera da pranzo; il pensionato le avrebbe scagliato contro una sedia, poi l’ha raggiunta brandendo il coltello e colpendola ripetutamente fino ad ucciderla.

photo crediti castedduonline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.