Spread the love

Un pesante attacco aereo con missili e armi pesanti si è abbattuto nella notte sulla capitale ucraina Kiev, ma “la difesa aerea della città ha respinto con successo l’assalto”. Lo riferiscono i media locali precisando che i frammenti di un aereo russo, probabilmente un drone, e una serie di missili sono stati intercettati e caduti su due edifici residenziali.

Gli edifici, situati nella parte orientale della città sono andati a fuoco: il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha riferito che tre persone sono rimaste ferite, una delle quali versa in condizioni anche gravissime.

“L’Ucraina si aspetta un attacco dei tank russi a Kiev oggi, che potrebbe essere il giorno più difficile della guerra”. Lo ha detto un consigliere del ministro dell’Interno ucraino citato dai media ucraini. Anton Herashchenko ha aggiunto che i difensori di Kiev “sono pronti con missili anticarro forniti da alleati stranieri”.

Secondo l’Onu sarebbero già morti almeno 25 civili e altri 102 sarebbero rimasti feriti in Ucraina in seguito a “bombardamenti e raid aerei”. Lo ha reso noto una portavoce dell’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Da parte sua, la notte scorsa il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva reso noto che 137 soldati ucraini sono stati uccisi e 316 sono rimasti feriti.

ph crediti GiornalediVicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *