Spread the love

Secondo quanto riferito questa mattina dal presidente di Confindustria Ucraina, Marco Toson, di italiani, nelle aziende di imprenditori italiani in Ucraina, “ce ne sono ancora molti, sono circa 300”.

“Purtroppo – spiega – hanno rifiutato lo spostamento nei giorni scorsi pensando che le cose potessero migliorare.

Invece la situazione è peggiorata e in questo momento si sta operando per cercare di farli uscire. Non c’è nessuna perdita, nessun ferito, ma ora si trovano in situazioni più particolari: bisognava seguire le indicazioni di spostamento qualche giorno fa, hanno pensato di rimanere ed ora stanno rischiando”. La situazione è “seguita da Farnesina e Ambasciata”.

Infatti anche il ministro degli esteri Luigi Di Maio aveva fatto sapere che sono ancora numerosi gli italiani all’estero in Ucraina, che dovrebbero subito rientrare nel nostro Paese.

Da Kherson a Kiev, a decine intrappolati: “Sotto le bombe e senza cibo”. Il ministro Di Maio: “In contatto con tutti quelli che vogliono lasciare l’Ucraina”.

ph crediti ilmessaggero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *