Spread the love

 

 

La vaccinazione anti-SarsCoV2 “non è controindicata in gravidanza”. E’ quanto si apprende dalla circolare del ministero della Salute in merito a ‘Certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID’.

“Qualora dopo valutazione medica si opti per rimandare la vaccinazione, alla donna in gravidanza potrà essere rilasciato un certificato di esenzione temporanea alla vaccinazione”, precisa il ministero, sottolineando che anche “l’allattamento non è una controindicazione alla vaccinazione anti-SarsCoV2”.

In Spagna, ad esempio, la Commissione Sanitaria addetta alla Salute Pubblica, organismo tecnico del Ministero della Sanità, raccomanda di vaccinare contro il covid quanto prima le donne in stato interessante.

Il suggerimento è quello di  completare il ciclo prima che si compiano i sei mesi di gravidanza, poiché un’eventuale infezione da covid potrebbe essere più dannosa nell’ultima parte del secondo trimestre e nel terzo trimestre di gestazione, più soggetti a eventuali complicanze per il feto. In ogni caso, “non esistono controindicazioni per la vaccinazione anti-covid in nessun trimestre della gravidanza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *