Spread the love

Si chiamava Sara Viva Sorge, aveva 27 anni e lavorava in una struttura della Fondazione San Raffaele. E’ deceduta lungo la provinciale San Vito dei Normanni-San Michele Salentino, nel Brindisino, mentre faceva ritorno a casa, dopo un turno massacrante di lavoro.

Era a brodo della sua Renault Twingo quando per cause ancora da chiarire, ha perso il controllo della sua autovettura, andando a sbattere contro un palo della luce.

Fp Cgil lancia un’allarme, sollevando una problematica piuttosto comune in ambito sanitari: “Turno settimanale piuttosto impegnativo dato il carico di lavoro che aveva e a cui vengono sottoposti i dipendenti della struttura”. Il presidente della Protezione Civile: “Turni massacranti costituiscono un pericolo!”.

La giovane sarebbe morta in questo incidente stradale dopo aver fatto due notti consecutive in ospedale.

ph credito ilmessaggero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.