Spread the love

Nel primo bimestre del 2022, la raccolta di sangue e plasma in Italia è calata del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A lanciare l’allarme le associazioni dei pazienti affetti da patologie che richiedono trasfusioni o plasmaderivati.

“Oggi siamo già di fronte ad una drammatica carenza di plasma, sangue e prodotti derivati, in particolare immunoglobuline.

Tali prodotti per molti pazienti garantiscono terapie salvavita. Il periodo estivo che si avvicina, come da trend storici, non può che aumentare le nostre preoccupazioni”, scrivono in una nota congiunta l’Associazione Immunodeficienze Primitive, la Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Thalassemia e l’Associazione italiana dei pazienti di neuropatie disimmuni.

Le organizzazioni dei pazienti chiedono che lo Stato provveda a risolvere tale inconveniente chiedendo pertanto, un “Piano Marshall” per “scongiurare carenze nel sistema di raccolta e nella filiera di lavorazione, che inevitabilmente avranno ripercussioni sulla salute dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *