Spread the love

Sono moltissime le specie animali note per essere portatrici di virus e la spinta, potrebbe arrivare anche dai cambiamenti climatici.

Un virus potrebbe infatti mutare, fino a raggiungere e aggredire una nuova specie, ed arrivare anche così all’uomo. In questo modo, con una temperatura superiore di circa due gradi rispetto a quella attuale, entro il 2027 potrebbero emergere ben 15.000 nuovi virus, contro i 10.000 di oggi che sono in circolazione.

A dirlo è una nuova ricerca condotta dal biologo Colin Carlson, dell’americana Georgetown University, pubblicata su Nature.

Partendo da una analisi del modo in cui le aree geografiche attualmente popolate da circa 3.870 specie animali, mammiferi potrebbero cambiare in relazione a diversi scenari sino all’anno 2070. Applicando un modello relativo alla trasmissione di virus fra specie a un sottoinsieme di 3.139 animali, i ricercatori hanno elaborato la previsione sulle opportunità future di scambi di virus fra specie.

ph crediti adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.