Spread the love

È di 312 euro la tassa per i rifiuti pagata in media nel 2021 da una famiglia in Italia, con un aumento dell’1,5% rispetto all’anno precedente.

La regione con la spesa più elevata resta ancora la Campania (con una spesa di euro 416 euro, -0,6% rispetto all’anno 2020) mentre quella con la spesa più bassa è il Veneto (232 euro), dove si registra ancora una diminuzione di circa il 4% rispetto all’anno precedente.

A diffondere gli importi è l’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, secondo cui a livello territoriale si registrano aumenti in dodici regioni italiane: facendo registrare un incremento netto a due cifre in Liguria (+10,3%), Basilicata +8,1%, Molise con +6,1% e Calabria con +5,9%; tariffe in diminuzione invece in sei regioni, come la Sardegna con -5% e il Veneto un -3,8%.

La città, con tassa rifiuti più elevata in Italia resta ancora una siciliana, Catania, dove tuttavia la tariffa è rimasta stabile rispetto all’esercizio 2020, ossia ad euro 504.

Mentre a Potenza il capoluogo rimane come quello più economico con 131 euro da pagare, ma in aumento rispetto all’anno precedente, dove gli abitanti di Potenza pagavano euro 121.

photo crediti italiaoggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.