Spread the love

Arrivano oggi nuove regole anche per il settore privato per lo smart working, nel periodo di emergenza Covid.

Il protocollo firmato questo pomeriggio tra governo e parti sociali fissa dei nuovi parametri di riferimento e linee guida tra le parti sociali ma anche per la contrattazione collettiva nazionale, aziendale e/o territoriale stabilendo diritti e doveri dei lavoratori.

Si parte dall’adesione al lavoro agile su base volontaria, subordinata alla sottoscrizione di un accordo individuale ma fermo restando il diritto di recesso. Eventuale rifiuto di aderire o svolgere la propria prestazione lavorativa in modalità agile che, secondo quanto concordato dalle parti, non integra gli estremi del licenziamento per giusta causa o giustificato motivo, né rileva sul piano disciplinare.

Nessun orario preciso di lavoro per chi opta per il lavoro agile ma autonomia nello svolgimento della prestazione all’interno di obiettivi prefissati e nel rispetto dell’organizzazione delle attività assegnate dal responsabile, a garanzia dell’operatività dell’azienda e dell’interconnessione tra le varie funzioni aziendali.

Il lavoro agile è legato a fasce orarie, individuando, in ogni caso, la fascia di disconnessione nella quale il lavoratore non eroga la prestazione lavorativa. Prevista, anche la fruizione dei permessi orari sanciti dal contratto collettivo mentre non possono essere previste e autorizzate prestazioni di lavoro straordinario. Nei casi di assenze considerate legittime (per malattia, infortuni, permessi retribuiti e ferie), il lavoratore può disattivare i dispositivi di connessione e, in caso di ricezione di comunicazioni aziendali, non è comunque obbligato a prenderle in carico prima della prevista ripresa dell’attività lavorativa.

Il lavoratore è anche libero di individuare il luogo ove poter svolgere tale attività agile purché sia in condizioni di poterne assicurare sicurezza, riservatezza, anche con specifico riferimento al trattamento dei dati e delle informazioni aziendali nonché alle esigenze di connessione con i sistemi aziendali.

ph puntoinformatico.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *