Spread the love

Nasce l’alfabeto della gentilezza, grazie a un’idea di Gaia Simonetti, giornalista fiorentina e ambasciatrice del progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza.

L’ alfabeto della Gentilezza dei bambini per i grandi, in particolare, associa ad ogni lettera una parola che alimenta la gentilezza e che fa star bene chi la scrive e chi la riceve. In 240 giorni sono arrivati alla mail abc@costruiamogentilezza.org oltre 500 alfabeti ideati da bambini di diverse città italiane e anche di altri Paesi. E verranno raccolti in un ebook.

Tra le parole più frequenti che sono state citate, troviamo: abbracci, baci, carezze, ma anche pace, che viene scritta a colori e a caratteri cubitali. La lettera N ha visto la prevalenza della parola “No alle tensioni” – spiega Gaia Simonetti. Numerose le famiglie che accompagnano l’alfabeto con un messaggio di ringraziamento per il momento di condivisione che si viene a creare”.

L’alfabeto della Gentilezza è nato a Firenze in una data speciale, il 2 ottobre dello scorso anno- spiega Luca Nardi, presidente di Cor et Amor e coordinatore del progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza- proprio nel giorno in cui si celebra la Festa dei nonni. È un modo per ringraziare queste colonne di vita attraverso le parole gentili.”

L’alfabeto ha preso parte anche al Festival dell’Italia Gentile a Firenze e presto verrà declinato anche in altri ambiti tra cui quello sportivo. Infine, le giornate nazionali dei Giochi della Gentilezza dal 22 settembre al 2 ottobre prossimi, saranno incentrate sull’alfabeto della gentilezza e sui tanti colori che con cui i bambini scrivono le parole gentili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.