Spread the love

Doveva essere un servizio mirato al contrasto di contrabbando di sigarette ma quello che poi  i carabinieri di Castello di Cisterna hanno trovato è risultato essere qualcosa di molto più grande.

A  Mariglianella, in provincia di Napoli, alla porta dell’abitazione di 2 coniugi – lei un’incensurata 32enne, lui 31enne con qualche piccolo precedente penale per detenzione illegale di tabacchi – bussano i carabinieri.

Si dà il via alla perquisizione ma il bottino è magro, parliamo di poco meno di 3 chili e mezzo di bionde di contrabbando. Potrebbe essere finita ma l’atteggiamento di marito e moglie desta sospetti nei  carabinieri che continuano pertanto a cercare con moltissima caparbietà, che  viene poi ripagata.

Rinvenuti, infatti, e sequestrati in una rapida carrellata: 152 chili di hashish marchiata La mousse, quasi 2 chili di marijuana, una pistola calibro 9, una pistola semiautomatica calibro 7,65, una mitragliatrice Imi Uzi, 150 proiettili di vario calibro, un Rolex, 4 coltelli e un bilancino di precisione.

Non è mancato poi anche il denaro. Un sequstro di  126.860 (centoventiseimila/860) euro in contanti.
É stato tutto sequestrato come la Fiat panda della donna dove è stata trovata parte della sostanza stupefacente.

Marito e moglie sono stati arrestati e trasferiti in carcere.

Le armi saranno sottoposte ad accertamenti balistici per verificare un loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti. Le indagini proseguono per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda.