Spread the love

 Simona Quadarella vince anche nei 1500, e conquista un oro (15’53’’59, quarto tempo stagionale al mondo) e mette nel mirino il secondo triplete della sua carriera, dopo quello degli Europei di Glasgow 2018. Ora le resta da affrontare i 400 domani. “Mi viene da piangere — ha commentato la vincitrice —. L’obiettivo era portare a casa un altro oro, sono felicissima, mi sono confermata e non era facile. Speravo di fare un tempo migliore, ma è un periodo difficile, pieno di allenamenti intensi, va bene così. Sono davvero felice».

La russa e vice campionessa europea Anastasia Kirpichnikova è seconda dopo aver vinto il duello con l’altra azzurra, Martina Rita Caramignoli, che ottiene un ottimo bronzo («Manco dal podio da sette lunghissimi anni, questa medaglia la dedico a me stessa dopo tutto quello che ho sofferto in acqua. Martedì compio 30 anni, ero la più anziana in finale, mi sono fatta un bel regalo»).

E ancora, la nostra Simona Quadarella, assieme a Pirozzi, Gailla e a Federica Pellegrini, conquista anche un bronzo nella staffetta 4×200 qualificando l’Italia anche in questa specialità ai Giochi di Tokyo. «Alla fine mi tremavano le gambe ero tanto stanca», il commento della campionessa allo stremo delle forze. Fisiche e mentali.

Margherita Panziera poi, era arrivata quarta in 59’’65, ma nella gara bis recuperata a fine serata è argento in 59’’01 dietro l’inglese Dawson (58’’49). Il titolo se lo aggiudica la britannica Kahtleen Dawson (che aveva vinto anche la prima volta). Piero Codia Thomas Ceccon chiudono rispettivamente al settimo e all’ottavo posto la finale dei 50 farfalla.

Photo Credit periodicodailysport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *