Spread the love

I carabinieri dei Nas, su indicazioni del ministero della Salute, hanno controllato 488 criocamere in palestre, centri benessere o estetici in tutta Italia, accertando 50 irregolarità che hanno portato poi anche al deferimento all’Autorità Giudiziaria di 16 titolari e operatori con la contestazione di sanzioni amministrative per un totale complessivo pari ad euro 165 mila.

Gli inviati hanno eseguito poi anche il sequestro di 13 criocabine poiché utilizzate in strutture non autorizzate o impiegate per trattamenti terapeutici da personale non qualificato.

Sono stati sequestrati in tutto anche 5 apparecchi elettromedicali per la crioterapia abusivamente detenuti.

Accertate 74 violazioni, delle quali 18 riconducibili all’esercizio abusivo della professione sanitaria, all’attivazione abusiva di ambulatori di medicina estetica, ad irregolarità nella gestione e detenzione dei farmaci poiché risultati scaduti. Contestate altre 56 sanzioni per inadempienze autorizzative e procedurali connesse con la mancata applicazione di leggi regionali, della normativa dell’attività di estetista nonché dell’applicazione delle misure di contenimento del Covid-19.

Ricordiamo che negli ultimi anni si è visto incrementare smisuratamente, l’utilizzo di queste criocabine, per ridurre o fortificare la massa muscolare. Con esse si possono raggiungere temperature anche superiori a -130° centigradi, ma con attenzione e sotto stretto controllo medico. I risultati sono apprezzabili già dalla prima seduta.
Molto gettonati questi trattamenti tra sportivi, atleti, persone del mondo della moda e dello spettacolo, soprattutto.

ph crediti jamesmagazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.