Spread the love

Dopo lo zaino scolastico e un lembo della felpa, recuperati lunedì scorso, sono state ritrovate anche le scarpe del piccolo Mattia Luconi, il bambino di 8 anni disperso nell’ondata di maltempo che ha colpito il Senigalliese la sera del 15 settembre. Mattia era stato strappato dalle braccia della mamma nel territorio di Castelleone di Suasa e trascinato via da un’ondata di acqua e fango. Martedì mattina le ricerche si sono concentrate in un’ansa del torrente Nevola dove c’è una strettoia, per poi proseguire verso valle.

Alle operazioni hanno assistito il papà e gli zii materni del bambino. Lunedì in quel punto, nella stessa zona in cui era stata ripescata l’automobile della mamma, scampata all’inondazione, i cani molecolari avevano individuato qualcosa.

I sommozzatori si sono tuffati poi per poter perlustrare l’ansa. Nella stessa zona sono al lavoro i vigili del fuoco con gli escavatori che hanno rimosso tronchi d’albero, nella speranza di poter ritrovare anche la donna, Brunella Chiù, 56 anni, seconda dispersa inghiottita dal fiume di fango e acqua mentre, era con i suoi due figli, Noemi, 17 anni, trovata morta, e Simone, salvatosi aggrappandosi a una pianta, cercava di mettersi in salvo con loro, abbandandonado la casa dove risiedevano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.