Spread the love

Ha rivelato di essere stato colto da un «momento di sconforto», dovuto alla depressione di cui soffriva, come anche la madre. Ammettendo «Ho ucciso mia mamma a calci in faccia», sono le parole pesanti di ammissioni di Davide Garzia, 24enne arrestato con le accuse di omicidio aggravato e vilipendio di cadavere dopo aver massacrato giovedì mattina la madre Fabiola Colnaghi, di 58 anni, nella loro casa di Aicurzio, in provincia di Monza e Brianza, e aver infierito sul cadavere scrivendoci sopra, tagliando i capelli e rovesciando della candeggina.

Il giovane è stato interrogato giovedì sera dal pm di Monza Marco Santini e ha ricostruito la dinamica dell’aggressione, raccontando di aver prima fatto sbattere la madre contro un armadio e poi, quando l’ha vista a terra, di averla percossa fino alla morte con calci e pugni al volto. Davide Garzia si trova ora a disposizione degli inquirenti della procura di Monza, che stanno valutando la possibilità di disporre una perizia psichiatrica.

ph crediti ilcorriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.